Guida alla felicità (parte 1)

Recentemente ho letto un libro molto interessante, Le Vostre Zone Erronee.
Non ho ancora incontrato una sola persona alla quale non consigliare la lettura di questo libro, che (l'autore perdoni questo riassunto che non rende l'idea del libro) parla e soprattutto dimostra come giungere alla felicità.

Il bello del libro è che il tutto è dimostrato, e alla fine uno si accorge quanto siano vere le parole dell'autore (che tra l'altro è uno psicologo) e quanto sia teoricamente possibile essere felici. Compratelo, vi piacerà, se avete una mente aperta. Difficilmente non piacerà ad una persona con un po' di sale in zucca, la verità è quella, leggere per credere.

Tutto questo per dire cosa? Che oggi sono incazzato nero. E uno dei capitoli che affronta il libro è appunto l'ira.
Uno deve rendersi conto che l'ira  è una cosa che ci creiamo noi dentro al nostro cervello, siamo noi che ci incazziamo. In teoria, basta convincersi di questa cosa per stare un milione di volte più tranquilli.
In pratica, è un bel po' difficile, purtroppo. E stolto è dire "sono gli altri che mi fanno stare male".

This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.

1 Response to Guida alla felicità (parte 1)

Comments are closed.